Significato dell’esposizione precoce dei bambini a batteri e allergeni

0
69


Sebbene l’istinto di un genitore possa essere quello di proteggere il neonato da cose come batteri domestici, peli e allergeni, una nuova ricerca suggerisce che i bambini esposti a queste sostanze irritanti durante il loro primo anno di vita hanno meno probabilità di soffrire di allergie, respiro sibilante e asma.

Significato dell'esposizione precoce dei bambini a batteri e allergeni

È stata condotta una ricerca tra 467 neonati del centro città a Baltimora, MD, Boston, MA, New York, NY e St. Louis, MO. La loro salute è stata monitorata per oltre 3 anni, i ricercatori hanno visitato le case dei neonati per misurare i livelli di allergeni. Il team ha testato i bambini per allergie e respiro sibilante impiegando test del sangue e della pelle, esami fisici e sondaggi sui genitori. Hanno anche raccolto il contenuto batterico della polvere dalle case di 104 dei 467 bambini e lo hanno analizzato. La ricerca, condotta dagli scienziati del Johns Hopkins Children’s Center di Baltimora, MD.

I risultati hanno mostrato che, rispetto ai bambini non esposti, i bambini che vivevano in case con peli di topo e gatto ed escrementi di scarafaggi durante il loro primo anno avevano tassi di respiro sibilante inferiori all’età di 3 anni.

Lo rivela lo studio i bambini che sono esposti ad allergeni e batteri durante il loro primo anno di vita hanno meno probabilità di soffrire di allergie, respiro sibilante e asma.

Ma è interessante notare che più allergeni erano esposti ai bambini, maggiore era l’effetto protettivo; i bambini esposti a tutti e tre gli allergeni avevano un rischio inferiore rispetto a quelli che non erano esposti a nessuno, uno o due di essi.

In dettaglio, i bambini che sono cresciuti senza essere esposti agli allergeni avevano una probabilità tre volte maggiore di sperimentare il respiro sibilante, rispetto a quelli che sono cresciuti con tutti e tre gli allergeni.

Significato dell'esposizione precoce dei bambini a batteri e allergeniIl team ha anche osservato che i bambini che vivevano in case con una maggiore varietà di batteri non avevano la stessa probabilità di sviluppare allergie ambientali e respiro sibilante all’età di 3 anni.

Questi risultati suggeriscono strategie preventive per allergie e respiro sibilante, che possono entrambi portare all’asma.

Ciò dimostra chiaramente che:

  • molte delle nostre risposte immunitarie si formano nel primo anno di vita,
  • insieme al significato di alcuni batteri e allergeni che svolgono un ruolo importante nello stimolare e addestrare il sistema immunitario a comportarsi in un certo modo.

I risultati sono coerenti con la cosiddetta ipotesi dell’igiene, che afferma che i bambini che crescono in ambienti troppo puliti possono sviluppare un sistema immunitario ipersensibile che li rende inclini alle allergie.

Nelle parole della dott.ssa Christine Cole Johnson, presidente del Dipartimento di scienze della salute pubblica presso l’Henry Ford Hospital di Detroit, “L’esposizione a questi microrganismi, o batteri, nei primi mesi dopo la nascita aiuta effettivamente a stimolare il sistema immunitario. “

Fonte: http://www.medicalnewstoday.com/

L’allattamento al seno può anche essere un fattore determinante per migliorare specifiche composizioni del microbioma intestinale. I bambini allattati al seno a 1 mese avevano un minor rischio di allergie legate agli animali domestici.

Disclaimer
Il Contenuto non è destinato a sostituire la consulenza medica professionale, la diagnosi o il trattamento. Chiedi sempre il parere del tuo medico o di un altro operatore sanitario qualificato per qualsiasi domanda tu possa avere riguardo a una condizione medica.

Sebbene l’istinto di un genitore possa essere quello di proteggere il neonato da cose come batteri domestici, peli e allergeni, una nuova ricerca suggerisce che i bambini esposti a queste sostanze irritanti durante il loro primo anno di vita hanno meno probabilità di soffrire di allergie, respiro sibilante e asma.

Significato dell'esposizione precoce dei bambini a batteri e allergeni

È stata condotta una ricerca tra 467 neonati del centro città a Baltimora, MD, Boston, MA, New York, NY e St. Louis, MO. La loro salute è stata monitorata per oltre 3 anni, i ricercatori hanno visitato le case dei neonati per misurare i livelli di allergeni. Il team ha testato i bambini per allergie e respiro sibilante impiegando test del sangue e della pelle, esami fisici e sondaggi sui genitori. Hanno anche raccolto il contenuto batterico della polvere dalle case di 104 dei 467 bambini e lo hanno analizzato. La ricerca, condotta dagli scienziati del Johns Hopkins Children’s Center di Baltimora, MD.

I risultati hanno mostrato che, rispetto ai bambini non esposti, i bambini che vivevano in case con peli di topo e gatto ed escrementi di scarafaggi durante il loro primo anno avevano tassi di respiro sibilante inferiori all’età di 3 anni.

Lo rivela lo studio i bambini che sono esposti ad allergeni e batteri durante il loro primo anno di vita hanno meno probabilità di soffrire di allergie, respiro sibilante e asma.

Ma è interessante notare che più allergeni erano esposti ai bambini, maggiore era l’effetto protettivo; i bambini esposti a tutti e tre gli allergeni avevano un rischio inferiore rispetto a quelli che non erano esposti a nessuno, uno o due di essi.

In dettaglio, i bambini che sono cresciuti senza essere esposti agli allergeni avevano una probabilità tre volte maggiore di sperimentare il respiro sibilante, rispetto a quelli che sono cresciuti con tutti e tre gli allergeni.

Significato dell'esposizione precoce dei bambini a batteri e allergeniIl team ha anche osservato che i bambini che vivevano in case con una maggiore varietà di batteri non avevano la stessa probabilità di sviluppare allergie ambientali e respiro sibilante all’età di 3 anni.

Questi risultati suggeriscono strategie preventive per allergie e respiro sibilante, che possono entrambi portare all’asma.

Ciò dimostra chiaramente che:

  • molte delle nostre risposte immunitarie si formano nel primo anno di vita,
  • insieme al significato di alcuni batteri e allergeni che svolgono un ruolo importante nello stimolare e addestrare il sistema immunitario a comportarsi in un certo modo.

I risultati sono coerenti con la cosiddetta ipotesi dell’igiene, che afferma che i bambini che crescono in ambienti troppo puliti possono sviluppare un sistema immunitario ipersensibile che li rende inclini alle allergie.

Nelle parole della dott.ssa Christine Cole Johnson, presidente del Dipartimento di scienze della salute pubblica presso l’Henry Ford Hospital di Detroit, “L’esposizione a questi microrganismi, o batteri, nei primi mesi dopo la nascita aiuta effettivamente a stimolare il sistema immunitario. “

Fonte: http://www.medicalnewstoday.com/

L’allattamento al seno può anche essere un fattore determinante per migliorare specifiche composizioni del microbioma intestinale. I bambini allattati al seno a 1 mese avevano un minor rischio di allergie legate agli animali domestici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here