Meraviglie delle grotte di Aurangabad con immagini

0
344


Le grotte di Aurangabad situate su una collina che corre all’incirca da est a ovest e quasi 2 km a nord da Bibi ka Maqbara ad Aurangabad, nel Maharashtra, sono un insieme di 12 santuari buddisti scavati nella roccia che sono separati in tre gruppi da una distanza di 500 metri da ciascuno altro. Le grotte da 1 a 5 sono situate sul lato occidentale mentre le grotte da 6 a 9 sono situate sul lato orientale della stessa collina. Il terzo gruppo di grotte che comprende le grotte da 10 a 12 si trova più a est. Le grotte di Aurangabad risalgono tra il II e il III secolo d.C. fino al VII secolo d.C. Le grotte scavate nel fianco della collina nella morbida roccia basaltica sono un mirabile pezzo di architettura che porta forme finemente scolpite dell’arte classica indiana del più alto grado.

Tempio rupestre di Aurangabad:

grotte di aurangabad

Le grotte di Aurangabad piantate tra le colline Sahyadri e Satara e bagnate dal fiume Dudhana sono un luogo turistico comune. È magnifico nelle sue incisioni strutturali e una prova vivente dell’insediamento buddista fin dal II e III secolo.

Pilastri della bellezza:

All’interno delle grotte si trovano pilastri vecchio stile con disegni finemente scolpiti. Stanno a testimoniare l’opera architettonica splendidamente scolpita di quell’epoca.

Vedi altro: Immagini Di Grotte Di Calcare

Grotta 1:

La grotta 1 delle grotte di Aurangabad è uno dei primi scavi risalenti al II o III secolo. È un Vihara o monastero incompiuto in cui il soffitto della veranda è crollato. La conservazione di questa grotta è al minimo a causa della cattiva natura della formazione rocciosa che ha anche impedito scavi su larga scala.

Grotta 2:

La grotta 2 è un santuario di forma quadrata che ricorda i templi buddisti tradizionali. Al centro c’è un’immagine monumentale di un Buddha seduto in una posa meditativa circondata da molte altre figure scolpite di Buddha che possono essere viste adornare le pareti su entrambi i lati.

Santuario buddista:

.

Situato nel mezzo delle grotte è un grande santuario dedicato al Signore Buddha. Il santuario è inghiottito da pilastri squisitamente scolpiti che sostengono il soffitto. All’estremità posteriore c’è un santuario scolpito con Lord Buddha raffigurato in posizione eretta e che sale fino al soffitto è una cupola perfettamente sagomata con travi circolari. Un posto come questo non può portare altro che pace e tranquillità. Questo è anche chiamato grotte buddiste di Aurangabad

Vedi altro: Immagini di immersioni in grotta

Apsara della grotta di Aurangabad:

Un altro capolavoro scultoreo delle grotte di Aurangabad sono i bellissimi esseri celesti o Apsara, come sono conosciuti nella mitologia indù e buddista. Adornano le pareti della grotta in uno splendore senza tempo di arte e forma.

Grotta 6:

La grotta 6 è una mostra di donne finemente incise con acconciature esotiche e abbellimenti ornamentali. Prendendo risalto al centro delle incisioni c’è una figura imponente del Signore Buddha. Questa grotta con celle su entrambi i lati contiene un santuario ed è contrassegnata da pilastri sulla veranda e sul portico.

Grotta 7:

La grotta 7 è considerata la più affascinante di tutte con la sua rappresentazione ornata di figure femminili ingioiellate e poco vestite che erano un segno evidente della presenza del buddismo tantrico durante questa epoca. Anche la grotta 7 è costituita da un santuario circondato da un corridoio esterno proprio intorno. Il corridoio è costituito da nicchie a intervalli regolari che espongono varie sculture di divinità e divinità buddiste. Nella veranda, l’ingresso al santuario è fiancheggiato da elaborate raffigurazioni di Avalokiteshvara e Bodhisattva.

Vedi altro: Grotte marine sottomarine

Un’epoca passata:

Le grotte di Aurangabad oscurate dalle grotte di Ajanta ed Ellora sono ancora una delizia per gli occhi. Serve come promemoria per la gloria incontaminata della religione buddista durante quel periodo. Anche se molte delle grotte rimangono incompiute a causa dei pericoli del terreno roccioso sciolto, per la maggior parte questa scultura monolitica è sopravvissuta alle sabbie del tempo.

Fonte immagini: 1, 2, 3, 5, 7, 9.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here