Cibi in scatola: verifica dei rischi per la salute

0
227


Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, il 93 percento degli americani ha BPA nei loro corpi.

Cibo in scatola ha preso il sopravvento sulle nostre vite e sui nostri armadi fornendo un modo semplice per portare rapidamente il pranzo o la cena in tavola. Prodotti in scatola proviene da vari prodotti alimentari dalle zuppe al polpettone e carne in scatola. Tutti amiamo gustare i prodotti in scatola perché sono molto convenienti e facili da preparare. Ma sapevi che ci sono pericoli segnalati sui prodotti in scatola per la tua salute? Continua a leggere perché i prodotti in scatola non sono la scelta migliore per il tuo pasto.

Gli alimenti trasformati e i pasti preconfezionati sono molto convenienti e popolari. Se acquisti questi alimenti, assicurati di cercare prodotti realizzati con cereali integrali, a basso contenuto di sodio e calorie e privi di grassi trans. Assicurati di prestare attenzione anche alle dimensioni della porzione e bilancia i cibi trasformati che mangi con una deliziosa insalata fresca e del pane integrale.

Tutti i cibi in scatola hanno una data di scadenza indicata sulla loro confezione. La maggior parte dei prodotti in scatola può essere facilmente conservata anche fino a due anni. Sono confezionati ad alte temperature e di solito sono confezionati sottovuoto, impedendo ai microbi di entrare nel cibo e rovinarlo. Durante l’imballaggio, vengono create le condizioni per uccidere tutti i microbi e prevenire un’ulteriore crescita di tali microbi.

La ricerca mostra che le lattine di metallo contengono un sottile rivestimento in plastica Bisfenolo A, una sostanza chimica responsabile della distruzione dei geni. Comunemente noto come BPA, il bisfenolo-A è una sostanza chimica prodotta industrialmente che viene comunemente utilizzata nelle plastiche in policarbonato. La FDA del governo degli Stati Uniti consente il massimo utilizzo di prodotti contenenti bisfenolo-A per una sola porzione al giorno e non è consigliabile somministrarli ai neonati in quanto sono molto sensibili al BPA.

È responsabile di un rischio più elevato di:

  • Infertilità,
  • Diabete,
  • Malattie cardiache e
  • soprattutto tumori. Altri effetti includono,
  • Meno numero di spermatozoi,
  • Neurotossicità,
  • Reazioni allergiche e
  • Insufficienza cerebrale.

Più a lungo il cibo rimane nella lattina, più il BPA migra verso il cibo stesso. Anche se potresti non essere in grado di trovare prodotti in scatola che vanno direttamente al supermercato della tua comunità, questo rende i prodotti più potenti contro il cancro.

Risultati dei test EWG (Environmental Working Group): il BPA è un contaminante comune nei cibi in scatola di marca fortemente consumati da donne e bambini.

Cibi in scatola Numero di marchi testati Numero di lattine testate Alimenti testati Rilevamento % BPA Livello medio di BPA* e intervallo (ppb)
Tutti i cibi 30 97 57% 7.9 (ND-385)
Fagioli 3 6 stufato di fagioli 83% 9.7 (ND – 38)
Frutta 6 17 frutta mista, salsa di mirtilli, pesche, pere, ananas 35% 2.3 (ND-27)
Latte artificiale 2 6 formula concentrata per lattanti a base di soia e latte 33% 2.4 (ND-17)
Sostituto del pasto 2 5 sostituti del pasto liquido 40% 4.2 (ND-66)
Latticini 3 latte evaporato 66% 3.5 (ND-9)
Pasta 2 6 ravioli, spaghetti 100% 63,5 (16 – 247)
Bibita 2 12 cola, cola dietetica 42% 1.7 (ND – 8)
Minestra 5 19 stufato di manzo, noodle di pollo, riso al pollo, verdura di pollo, pomodoro, verdura 89% 57,6 (ND – 385)
Tonno 2 6 pezzo lite, bianco solido 50% 9.6 (ND-108)
Verdura 8 17 mais, fagiolini, verdure miste, piselli, pomodori 41% 7.8 (DN-330)

Le concentrazioni di BPA sono espresse in parti per miliardo (ppb) in peso (microgrammi di BPA per chilogrammo di alimento).

* La media è la media geometrica. I non rilevamenti sono considerati 1/2 del limite di rilevabilità (1 ppb) ai fini di questo calcolo.

Tossicità / Altri pericoli per la salute

  • Gli alimenti in scatola non devono essere stivati/conservati in una stiva/contenitore/magazzino insieme a merci tossiche (legislazione sui prodotti alimentari).
  • Se le condizioni ottimali di stoccaggio non vengono rispettate per un periodo relativamente lungo, si verifica un deprezzamento del contenuto del barattolo, che può talvolta rappresentare un grave pericolo per la salute. Una caratteristica della qualità ridotta è il “soffiaggio”, in cui i cambiamenti svantaggiosi generano gas (“gas di soffiaggio”), che fanno gonfiare e persino scoppiare il fondo e i coperchi delle lattine. Il rigonfiamento causato dal soffio differisce dai rigonfiamenti semplici in quanto non può essere premuto indietro o si gonfia nuovamente quando la pressione viene rilasciata.
  • Oltre all’apparente soffiatura (causa termica, espansione dovuta a congelamento/riscaldamento), la soffiatura può anche avere cause microbiologiche e chimiche. Nel caso del soffiaggio microbiologico, i tipici gas soffianti sono, ad esempio, idrogeno solforato (dove sono presenti proteine), anidride carbonica e idrogeno. Nel caso di frutta conservata e marmellate si può osservare un’esplosione chimica, in cui si produce idrogeno a causa della reazione di metallo e acidi e corrode l’interno delle lattine.

La cosa buona del BPA è che possono essere trovati solo negli alimenti trasformati e nei materiali di imballaggio alimentare. Quindi più cibi freschi e crudi mangi, più sicuro e sano ottieni. Prevenire gli alimenti trasformati e confezionati e puoi essere certo di mangiare senza bisfenolo A nei tuoi pasti.

Disclaimer
Il Contenuto non è destinato a sostituire la consulenza medica professionale, la diagnosi o il trattamento. Chiedi sempre il parere del tuo medico o di un altro operatore sanitario qualificato per qualsiasi domanda tu possa avere riguardo a una condizione medica.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, il 93 percento degli americani ha BPA nei loro corpi.

Cibo in scatola ha preso il sopravvento sulle nostre vite e sui nostri armadi fornendo un modo semplice per portare rapidamente il pranzo o la cena in tavola. Prodotti in scatola proviene da vari prodotti alimentari dalle zuppe al polpettone e carne in scatola. Tutti amiamo gustare i prodotti in scatola perché sono molto convenienti e facili da preparare. Ma sapevi che ci sono pericoli segnalati sui prodotti in scatola per la tua salute? Continua a leggere perché i prodotti in scatola non sono la scelta migliore per il tuo pasto.

Gli alimenti trasformati e i pasti preconfezionati sono molto convenienti e popolari. Se acquisti questi alimenti, assicurati di cercare prodotti realizzati con cereali integrali, a basso contenuto di sodio e calorie e privi di grassi trans. Assicurati di prestare attenzione anche alle dimensioni della porzione e bilancia i cibi trasformati che mangi con una deliziosa insalata fresca e del pane integrale.

Tutti i cibi in scatola hanno una data di scadenza indicata sulla loro confezione. La maggior parte dei prodotti in scatola può essere facilmente conservata anche fino a due anni. Sono confezionati ad alte temperature e di solito sono confezionati sottovuoto, impedendo ai microbi di entrare nel cibo e rovinarlo. Durante l’imballaggio, vengono create le condizioni per uccidere tutti i microbi e prevenire un’ulteriore crescita di tali microbi.

La ricerca mostra che le lattine di metallo contengono un sottile rivestimento di plastica Bisfenolo A, una sostanza chimica responsabile della distruzione dei geni. Comunemente noto come BPA, il bisfenolo-A è una sostanza chimica prodotta industrialmente che viene comunemente utilizzata nelle plastiche in policarbonato. La FDA del governo degli Stati Uniti consente il massimo utilizzo di prodotti contenenti bisfenolo-A per una sola porzione al giorno e non è consigliabile somministrarli ai neonati in quanto sono molto sensibili al BPA.

È responsabile di un rischio più elevato di:

  • Infertilità,
  • Diabete,
  • Malattie cardiache e
  • soprattutto tumori. Altri effetti includono,
  • Meno numero di spermatozoi,
  • Neurotossicità,
  • Reazioni allergiche e
  • Insufficienza cerebrale.

Più a lungo il cibo rimane nella lattina, più il BPA migra verso il cibo stesso. Anche se potresti non essere in grado di trovare prodotti in scatola che vanno direttamente al supermercato della tua comunità, questo rende i prodotti più potenti contro il cancro.

Risultati dei test EWG (Environmental Working Group): il BPA è un contaminante comune nei cibi in scatola di marca fortemente consumati da donne e bambini.

Cibi in scatola Numero di marchi testati Numero di lattine testate Alimenti testati Rilevamento % BPA Livello medio di BPA* e intervallo (ppb)
Tutti i cibi 30 97 57% 7.9 (ND-385)
Fagioli 3 6 stufato di fagioli 83% 9.7 (ND – 38)
Frutta 6 17 frutta mista, salsa di mirtilli, pesche, pere, ananas 35% 2.3 (ND-27)
Latte artificiale 2 6 formula concentrata per lattanti a base di soia e latte 33% 2.4 (ND-17)
Sostituto del pasto 2 5 sostituti del pasto liquido 40% 4.2 (ND-66)
Latticini 3 latte evaporato 66% 3.5 (ND-9)
Pasta 2 6 ravioli, spaghetti 100% 63,5 (16 – 247)
Bibita 2 12 cola, cola dietetica 42% 1.7 (ND – 8)
Minestra 5 19 stufato di manzo, noodle di pollo, riso al pollo, verdura di pollo, pomodoro, verdura 89% 57,6 (ND – 385)
Tonno 2 6 pezzo lite, bianco solido 50% 9.6 (ND-108)
Verdura 8 17 mais, fagiolini, verdure miste, piselli, pomodori 41% 7.8 (DN-330)

Le concentrazioni di BPA sono espresse in parti per miliardo (ppb) in peso (microgrammi di BPA per chilogrammo di alimento).

* La media è la media geometrica. I non rilevamenti sono considerati 1/2 del limite di rilevabilità (1 ppb) ai fini di questo calcolo.

Tossicità / Altri pericoli per la salute

  • Gli alimenti in scatola non devono essere stivati/conservati in una stiva/contenitore/magazzino insieme a merci tossiche (legislazione sui prodotti alimentari).
  • Se le condizioni ottimali di immagazzinamento non vengono rispettate per un periodo relativamente lungo, si verifica un deprezzamento del contenuto del barattolo, che può talvolta rappresentare un grave pericolo per la salute. Una caratteristica della qualità ridotta è il “soffiaggio”, in cui i cambiamenti svantaggiosi generano gas (“gas di soffiaggio”), che fanno gonfiare e persino scoppiare il fondo e i coperchi delle lattine. Il rigonfiamento causato dal soffio differisce dai rigonfiamenti diretti in quanto non può essere premuto indietro o si gonfia nuovamente quando la pressione viene rilasciata.
  • Oltre all’apparente soffiatura (causa termica, espansione dovuta a congelamento/riscaldamento), la soffiatura può anche avere cause microbiologiche e chimiche. Nel caso del soffiaggio microbiologico, i tipici gas soffianti sono, ad esempio, idrogeno solforato (dove sono presenti proteine), anidride carbonica e idrogeno. Nel caso di frutta conservata e marmellate si può osservare un’esplosione chimica, in cui l’idrogeno viene prodotto a causa della reazione di metallo e acidi e corrode l’interno delle lattine.

La cosa buona del BPA è che possono essere trovati solo negli alimenti trasformati e nei materiali di imballaggio alimentare. Quindi più cibi freschi e crudi mangi, più sicuro e sano ottieni. Prevenire gli alimenti trasformati e confezionati e puoi essere certo di mangiare senza bisfenolo A nei tuoi pasti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here