Uso di antibiotici durante la gravidanza – I Fashion Styles

0
316


La penicillina e molti altri farmaci antibatterici comunemente assunti dalle donne incinte non sembrano essere associati a molti difetti alla nascita, secondo un rapporto nel numero di novembre di Archivi di pediatria e medicina dell’adolescenza, una delle riviste JAMA/Archives. Tuttavia, altri antibiotici, come i sulfamidici e le nitrofurantoine, possono essere associati a diversi gravi difetti congeniti e richiedono un esame approfondito.

Uso di antibiotici durante la gravidanza

È risaputo che le infezioni di solito accadono a una donna quando lo è incinta. Le aree più soggette a infezione sono le vie riproduttive o urinarie. L’infezione in queste aree sensibili può persino danneggiare il bambino e questo è il motivo per cui dovrebbero essere curate. Per lo più le donne usano antibiotici per trattare queste e altre infezioni al tempo della gravidanza. Le stesse infezioni batteriche possono causare problemi al feto se non controllate, quindi le donne incinte non dovrebbero evitare completamente gli antibiotici. Invece, le donne dovrebbero discutere le scelte di antibiotici con i loro medici. È stato riscontrato che le madri di bambini con difetti alla nascita avevano maggiori probabilità rispetto alle madri con bambini sani di riferire di assumere due tipi di antibiotici durante la gravidanza: sulfamidici (i nomi commerciali includono Thiosulfil Forte e Bactrim) e germicidi urinari chiamati nitrofurantoine (i nomi commerciali includono Furadantin e Macroofferta). Il March of Dimes ha riferito di anencefalia, un problema cerebrale fatale legato ai sulfamidici, che colpisce circa 1 su 10.000 nascite negli Stati Uniti. La palatoschisi si verifica circa 20 ogni 10.000 nascite.

Un’altra infezione più comune che si verifica nella maggior parte delle donne in gravidanza è il raffreddore, noto anche come infezione delle vie respiratorie superiori. La maggior parte delle infezioni delle vie respiratorie superiori sono di origine virale e gli antibiotici non hanno alcun effetto. La comunità medica sta cercando di ridurre la frequenza delle prescrizioni di antibiotici e di scegliere tipi meno ampi nella loro applicazione. La resistenza microbica rappresenta una grave minaccia per la salute pubblica e per le generazioni future.

È noto da anni che i bambini la cui madre riceve determinati antibiotici sono a maggior rischio di infezioni da funghi o lieviti dopo la nascita, nonché di disidratazione da diarrea indotta da farmaci. I bambini sani a termine di solito stanno bene nonostante questi eventi, ma i bambini stressati o pretermine spesso no.

Gli antibiotici prescritti come cura per la tubercolosi, le infezioni respiratorie e l’acne dovrebbero essere evitati a tutti i costi. I farmaci usati per trattare la tubercolosi possono causare sordità nel bambino. Alcuni degli antibiotici possono anche scolorire i denti del tuo bambino.

Uso di antibiotici durante la gravidanza

Nell’American Journal of Obstetrics and Gynecology, è stato riportato che un sorprendente 46% delle madri nello studio ha ricevuto qualche tipo di antibiotico durante la gravidanza o durante il travaglio. I bambini esposti a questi farmaci avevano una ridotta capacità di combattere le infezioni. Quasi la metà di loro era resistente all’ampicillina, un antibiotico ad ampio spettro comunemente usato.

Ci sono molti tipi di antibiotici disponibili sul mercato. Tuttavia, la penicillina è il farmaco più comunemente utilizzato durante la gravidanza. È venduto sul mercato con diversi nomi come cephradine, cefalexin, cefuroxime, cefaclor ecc. Questi farmaci comunemente usati contengono la quantità base di cloxacillina, amxicillina e meticillina. Questi medicinali sono considerati i farmaci più sicuri al momento della gravidanza.

Campionamento di antibiotici generalmente considerati sicuri durante la gravidanza:

  • Amoxicillina
  • Ampicillina
  • Clindamicina
  • Eritromicina
  • Penicillina
Insieme alle informazioni sugli antibiotici e sulla gravidanza ci sono fattori che dovrebbero essere presi in considerazione. Questi fattori sono:

  • Il tipo di antibiotico.
  • Dosaggio dell’antibiotico prescritto.
  • Durata del farmaco.
  • Il trimestre di gravidanza in cui ti trovi attualmente.

La durata del trattamento è un fattore importante, che non dovresti dimenticare. Poiché l’esposizione prolungata agli antibiotici può causare alcune deformità nel feto e, nel peggiore dei casi, anche un aborto spontaneo. Anche in quale trimestre stai assumendo il farmaco è importante, poiché ci sono alcuni antibiotici, che sono sicuri solo durante determinati trimestri.

È altamente raccomandato che le donne incinte parlino dei farmaci con i loro medici.

Disclaimer
Il Contenuto non è destinato a sostituire la consulenza medica professionale, la diagnosi o il trattamento. Chiedi sempre il parere del tuo medico o di un altro operatore sanitario qualificato per qualsiasi domanda tu possa avere riguardo a una condizione medica.

La penicillina e molti altri farmaci antibatterici comunemente assunti dalle donne incinte non sembrano essere associati a molti difetti alla nascita, secondo un rapporto nel numero di novembre di Archivi di pediatria e medicina dell’adolescenza, una delle riviste JAMA/Archives. Tuttavia, altri antibiotici, come i sulfamidici e le nitrofurantoine, possono essere associati a diversi gravi difetti congeniti e richiedono un esame approfondito.

Uso di antibiotici durante la gravidanza

È risaputo che le infezioni di solito accadono a una donna quando lo è incinta. Le aree più soggette a infezione sono le vie riproduttive o urinarie. L’infezione in queste aree sensibili può persino danneggiare il bambino e questo è il motivo per cui dovrebbero essere curate. Per lo più le donne usano antibiotici per trattare queste e altre infezioni al tempo della gravidanza. Le stesse infezioni batteriche possono causare problemi al feto se non controllate, quindi le donne incinte non dovrebbero evitare completamente gli antibiotici. Invece, le donne dovrebbero discutere le scelte di antibiotici con i loro medici. È stato riscontrato che le madri di bambini con difetti alla nascita avevano maggiori probabilità rispetto alle madri con bambini sani di riferire di assumere due tipi di antibiotici durante la gravidanza: sulfamidici (i nomi commerciali includono Thiosulfil Forte e Bactrim) e germicidi urinari chiamati nitrofurantoine (i nomi commerciali includono Furadantin e Macroofferta). Il March of Dimes ha riferito di anencefalia, un problema cerebrale fatale legato ai sulfamidici, che colpisce circa 1 su 10.000 nascite negli Stati Uniti. La palatoschisi si verifica circa 20 ogni 10.000 nascite.

Un’altra infezione più comune che si verifica nella maggior parte delle donne in gravidanza è il raffreddore, noto anche come infezione delle vie respiratorie superiori. La maggior parte delle infezioni delle vie respiratorie superiori sono di origine virale e gli antibiotici non hanno alcun effetto. La comunità medica sta cercando di ridurre la frequenza delle prescrizioni di antibiotici e di scegliere tipi meno ampi nella loro applicazione. La resistenza microbica rappresenta una grave minaccia per la salute pubblica e per le generazioni future.

È noto da anni che i bambini la cui madre riceve determinati antibiotici sono a maggior rischio di infezioni da funghi o lieviti dopo la nascita, nonché di disidratazione da diarrea indotta da farmaci. I bambini sani a termine di solito stanno bene nonostante questi eventi, ma i bambini stressati o pretermine spesso no.

Gli antibiotici prescritti come cura per la tubercolosi, le infezioni respiratorie e l’acne dovrebbero essere evitati a tutti i costi. I farmaci usati per trattare la tubercolosi possono causare sordità nel bambino. Alcuni degli antibiotici possono anche scolorire i denti del tuo bambino.

Uso di antibiotici durante la gravidanza

Nell’American Journal of Obstetrics and Gynecology, è stato riportato che un sorprendente 46% delle madri nello studio ha ricevuto qualche tipo di antibiotico durante la gravidanza o durante il travaglio. I bambini esposti a questi farmaci avevano una ridotta capacità di combattere le infezioni. Quasi la metà di loro era resistente all’ampicillina, un antibiotico ad ampio spettro comunemente usato.

Ci sono molti tipi di antibiotici disponibili sul mercato. Tuttavia, la penicillina è il farmaco più comunemente utilizzato durante la gravidanza. È venduto sul mercato con diversi nomi come cephradine, cefalexin, cefuroxime, cefaclor ecc. Questi farmaci comunemente usati contengono la quantità base di cloxacillina, amxicillina e meticillina. Questi medicinali sono considerati i farmaci più sicuri al momento della gravidanza.

Campionamento di antibiotici generalmente considerati sicuri durante la gravidanza:

  • Amoxicillina
  • Ampicillina
  • Clindamicina
  • Eritromicina
  • Penicillina
Insieme alle informazioni sugli antibiotici e sulla gravidanza ci sono fattori che dovrebbero essere presi in considerazione. Questi fattori sono:

  • Il tipo di antibiotico.
  • Dosaggio dell’antibiotico prescritto.
  • Durata del farmaco.
  • Il trimestre di gravidanza in cui ti trovi attualmente.

La durata del trattamento è un fattore importante, che non dovresti dimenticare. Poiché l’esposizione prolungata agli antibiotici può causare alcune deformità nel feto e, nel peggiore dei casi, anche un aborto spontaneo. Anche in quale trimestre stai assumendo il farmaco è importante, poiché ci sono alcuni antibiotici, che sono sicuri solo durante determinati trimestri.

È altamente raccomandato che le donne incinte parlino dei farmaci con i loro medici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here